Robotica Educativa

+
Scopri il mondo della
ROBOTICA
educativa

La Robotica Educativa

Clementoni e il mondo STEM

In un mondo fortemente influenzato dall’utilizzo quotidiano della tecnologia, Clementoni, da sempre attenta ad intercettare le esigenze delle nuove generazioni, continua ad innovare il gioco educativo tramite l’incontro con le conoscenze digitali.

All’interno del mondo STEM, la Clementoni ha individuato gli ambiti del coding e della robotica educativa per ampliare la sua offerta di giochi creando dei robot progettati per avvicinare i bambini ai rudimenti della programmazione fin dall’età prescolare.

Così avviene ad esempio con la linea Sapientino, che negli ultimi anni si è arricchita di prodotti elettronici, come il DOC, legati all’insegnamento del coding. Pensata per supportare lo sviluppo cognitivo a partire dai 2 anni di età, questa linea accompagna oggi i bambini nell’apprendimento, anche con la programmazione. I più piccoli sono così portati a sviluppare competenze digitali, scoprendo con metodologie pratiche e strumenti alternativi efficaci e divertenti, saperi fondamentali legati ad ambiti tradizionali come l’italiano, la matematica, la logica e la geografia.

In età scolare è invece all’interno della linea Scienza & Gioco che trovano naturale spazio i prodotti di robotica e coding. Nata per accompagnare i bambini della scuola primaria nell’esplorazione di discipline scientifiche come la fisica, la chimica e l’astronomia attraverso un approccio sperimentale e pratico, Scienza & Gioco ha dedicato numerosi prodotti alla costruzione e programmazione di robot di ultima generazione o di modellini di grandi mezzi di lavoro, proponendone anche un’espansione digitale attraverso app per smartphone e tablet.


«STEM è un acronimo nato negli Stati Uniti per indicare un approccio interdisciplinare all’apprendimento pratico di concetti teorici di Scienze (Fisiche e Sociali), Tecnologia, Ingegneria e Matematica.»

Giocare a programmare il futuro

L’apprendimento dei primi elementi di programmazione (o coding) fin dall’età prescolare è in grado di aiutare i bambini a sviluppare le capacità logiche, il pensiero critico e l’abilità nel risolvere problemi. I bambini saranno poi in grado di affrontare l’uso delle tecnologie con maggiore consapevolezza, dedicandosi allo studio delle materie scientifiche con più facilità e “piacere”.

I primi rudimenti di coding si possono apprendere tramite il gioco. Un metodo divertente e coinvolgente per affrontare la programmazione è la Robotica Educativa: i bambini, in un contesto di gioco, da soli o in gruppo, programmano i robot per pianificare percorsi e raggiungere gli obiettivi. Imparare a programmare giocando con i Robot, è divertente, semplice e stimola la mente.

La robotica educativa è un approccio nuovo all’insegnamento, un metodo che utilizza i robot, il suo scopo è quello di fornire ai ragazzi le competenze, le conoscenze e le esperienze per permettere loro di affrontare le sfide tecnologiche del futuro. Si pone l’obiettivo, attraverso l’uso di strumenti semplici ma allo stesso tempo coinvolgenti (i robot per l’appunto), di sviluppare in maniera naturale il pensiero logico e computazionale dei bambini, introducendo anche i più piccoli alla programmazione.


Massimo Banzi

Massimo Banzi, co-founder di Arduino, alla conferenza nazionale di Clementoni del 19 ottobre 2016 ci parla della programmazione e del futuro dei bambini. "Tutto ciò che ci circonda oggi è digitalizzato e programmato e anche i bambini possono imparare a programmare per dar vita, un giorno, alle innovazioni del domani. La tecnologia è creatività, è poesia in codice, è libertà di creare altri mondi possibili."

Massimo Banzi Co-Fondatore di Arduino, Interaction Designer ed Educator
Pier Luca Lanzi Docente del Politecnico di Milano

Pier Luca Lanzi

Pier Luca Lanzi, docente del Politecnico di Milano, alla conferenza nazionale di Clementoni del 19 ottobre 2016 ci racconta dei cambiamenti del mondo della programmazione nel tempo. "La tecnologia nel futuro sarà sempre più presente, per questo è necessario che i giovani compiano quel passaggio che li trasformi da semplici fruitori ad attori principali dell’innovazione."

Donatella Solda

Donatella Solda, Dirigente per la Digital Transformation del MIUR, alla conferenza nazionale di Clementoni del 19 ottobre 2016 ci parla del Piano per la Scuola Digitale lanciato lo scorso anno in tutte le scuole, con l’obiettivo di avvicinare gli studenti al mondo del coding e del pensiero computazionale, materie che stanno divenendo oggi di fondamentale importanza per la formazione dei bambini e per la didattica.

Donatella Solda Dirigente per la Digital Transformation, Ministero Istruzione Università Ricerca (MIUR)

Per i Più Piccoli

ha creato un prodotto unico per divertirsi a programmare fin dall’età prescolare

Programmare Divertendosi

una linea di giochi tutta da costruire e programmare